TERAPIA ORMONALE – info

ORMONOTERAPIA detta anche TOS (terapia ormonale sostitutiva).Quando si procede con l’assunzione del binomio puntura+pasticca,quale tipo di decorso diagnostico viene suggerito rispetto gli eventuali esami da perseguire?In linea generica la medicina oncologica ci suggerisce:MOC (monitoraggio delle ossa e del loro stato)VISITA GINECOLOGICAESAMI DEL SANGUE PER MONITORARE: Valore degli ormoni – presenza di calcio nel sangue

  • Alcuni di questi controlli avvengono con maggiore frequenza sulla base del tipo di molecola assunta.Vi è in effetti una particolare differenziazione tra EXEMESTANE e TAMOXIFENE.

Si precisa infatti che se nel primo caso sono le ossa a subire l’effetto del farmaco,nel secondo caso si riscontrano maggiori problemi a livello uterino.Attenzione anche a segnali come: PERDITE EMATICHE (nonostante il ciclo venga interrotto) – RAPPORTI SESSUALI NON PROTETTI (non vi è assoluta garanzia sotto questo punto di vista) – DOLORI OSSEI IMPORTANTI (da valutare un cambio di terapia) – ISPESSIMENTO DELL’ENDOMETRIO.Tra le controindicazioni maggiormente riscontrate (vedi figura in basso),sembrano essere più frequenti e fastidiose le così dette CALDANE e LA SECCHEZZA VAGINALE che limita ed in alcuni casi arriva ad annullare,non solo il desiderio sessuale ma anche i rapporti stessi.Nel primo caso si consiglia L’AGO PUNTURA e la costante ATTIVITA’ SPORTIVA,che abbiamo più volte menzionato qui sul nostro portale.La secchezza invece sembra trovare una sostanziale risoluzione grazie al MONNALISA TOUCH,una tecnica laser che step by step (sedute da concordare con il medico competente),va a migliorare i tessuti interni della vagina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.